nuovo approccio

Ora che sto crescendo, anche grazie al couseling, riesco a trovare strategie di semplificazione, trovo strade nuove, mi coinvolgo in un personale processo di sviluppo. Credo che anche in profondità, tutto questo rimescolamento stia dando frutti, non so ancora quanto maturi o piuttosto acidi.Il sogno di ieri credo sia esemplificativo.. e poi scrivere..cito: “come se scrivere fosse una misura di igiene mentale, … Continua a leggere

c’e il sole

oddio, c'e il sole!!! è una giornata bellissima, i valori sono normali, il primario è stato esplicito, qualcosina da tenere d'occhio, ancora un paio di controlli, ma per ora normali valori. il day hospital è per l'11, ma ora c'è il sole. esco a camminare,  poi farò una pastiera, devo rileggermi la ricetta, poi telefonerò a un pò di amici. festeggio. 

sto conversando

sto conversando con Nazareno, di libri e scrittura, di parole e versi.La sa lunga. Ha approfondito il pensiero e ora mi rende partecipe delle sue considerazioni. Mi ha incuriosito. Ha un romanzo pubblicato da un editore di Poggibonzi, 13 racconti in un cassetto, un paio di premi letterari.E' una gioia scoprirlo. Ieri gli tenevo aperta la porta, per permettere alla … Continua a leggere

saluto carlo

dopo tanto, torno.lo so non vi frega nulla, neppure vi son mancato,non che mi abbiate pensato, non che vi abbia pensato. così. in una quasi formale primavera, tra il cazzeggio andante del pomeridiano in ufficio e la stanchezza accumulata ieri. torno, con due righe di demenziale incoerenza.vabbè.. come state tutti, popolo del virgiliano blog?vi siete letti, annotati, bloggati, linkati, mail..ati … Continua a leggere

trasalimenti

Stamattina mi sono svegliato di soprassalto, qualcosa non mi tornava.. senza una ragione apparente.. non riuscivo neppure a capire bene cosa, tra le nebbie del sonno e i pensieri del risveglio.. poi ho capito, ad un tratto.. non ti sentivo respirare..ho avuto un gelo del sangue, un freddo di morte. Sciagurati pensieti in un mattino d'autunno.

buongiornooo

sono qui. ogni tanto mi riaffaccio.tante cose nel frattempo, come a tutti, immagino.giorni neri e giorni gialli, banalità in salsa quotidiana, momenti di poesia e cupe figurazioni.odiose rappresentazioni ed auliche elucubrazioni, tediose e gratuite come conviene a questo secolo.rimurginamenti da cronaca nera e defilazioni da atei religiosi, il tutto con ciliege da vigilia elettorale. ammassi di pattume nelle stanze della … Continua a leggere

uma mattina da sette

un bel vuoto umorale.pensieri come gas in una bombola troppo grande, lenti. un vago stolto benessere, neppure giustificabile dalla situazione. un segnale di demenza precoce? la visita di ieri al centro di epilessia, che ridimensione i cattivi umori e spalanca considerazioni di vacuità mentale nelle analisi di vita quotidiana. eroiche persone sconosciute.o forse il sonno appena più profondo della notte appena … Continua a leggere

Una stanza

Voglio una stanza solo per me. Lo so, sa tanto di adolescenza non risolta.Vabbbbene, sara pure così, pensala un pò come ti pare, non mi frega niente… Voglio che non ci possa entrare nessuno, voglio metterci tutti i miei libri, riempire anche l'armadio con SOLO i miei vestiti,… anche perchè nè ho davver abbastanza di vestirmi quasi al buio, evitando di far … Continua a leggere

interruzioni

 Un caldo umido, un'afa incomprensibile, una giornata estenuante…torno a casa ma non c'è nessuno, forse c'è un cremino in congelatore, mi stravacco nella poltrona anche se la pelle mi aderisce, mi tolgo la maglia e poi libero i piedi.Sono in tempo per il tg3 delle 19.Appena dieci minuti.. poi non ce la faccio più..le tempie battono come un maledetto martello … Continua a leggere